Ecco un programma per masterizzare con Ubuntu!

Ragazzi, a chi non è mai capitato di voler usare un programma simile al K3b di KDE senza bisogno di installare tutte le librerie QT e parte del Desktop Environment alternativo a Gnome? A me sta capitando proprio in questi giorni. Non riesco più a stare con il semplice Nautilus per masterizzare. Ho necessità di usare un programma completo, che mi permetta non solo di masterizzare, ma anche di formattare i cd e dvd riscrivibili, di creare cd/dvd dati e cd audio. Come farebbe il potente K3b. Oggi l’ho trovato! Si chiama GnomeBaker e si può installare digitando dal terminale “sudo apt-get install gnomebaker“.

Ma ecco qualche foto di questo programma che è leggerissimo, non vuole troppe dipendenze, non installa pacchetti di Kde e, conseguentemente, non dà nessun rischio di instabilità al sistema.

schermata-gnomebaker.png

schermata-gnomebaker-1.png

Perché odio il San Valentino…

San Valentino, la festa di ogni cretino… Si, proprio la festa di ogni cretino. Una festa assolutamente senza senso, senza nessun significato, se non quello di andare a spendere soldi. Tra le tante feste di merda che ci sono proprio il San Valentino è quella che odio di più. In questo giorno tutte le coppie dimenticano per un attimo i problemi che hanno, si regalano qualcosa da 100 euro o più, vanno a mangiare al ristorante, scomodano migliaia di fiorai in tutta Italia, quando, fino a quel punto, non gliene è mai fregato un cazzo di regalare una rosa. E’ diventato un obbligo regalare qualcosa per S. Valentino, oppure mangiare al ristorante per S. Valentino, o ancora festeggiare il S. Valentino, o altrimenti incazzarsi se l’uno non pensa all’altro per S. Valentino, se non gli dice che lo ama, che non può fare a meno di lui. Ma l’anno non è fatto di 365 giorni (+1 che viene e che va ogni quattro anni)? Perché ridursi a festeggiare l’amore proprio in questo giorno come tutti gli altri? Non c’è assolutamente naturalezza nel farlo, così come non c’è assolutamente naturalezza nel festeggiare il Natale, festa ormai ridotta a mero consumismo sfrenato, senza religiosità e senza niente.

Boicotto il San Valentino, boicotto le coppie così teste di cazzo, alla Federico Moccia, da festeggiarlo. Il romanticismo, l’amore che si prova nei confronti dell’altro, si possono dimostrare in mille maniere ed in mille giorni diversi da questo stupido giorno che è il 14 Febbraio e da questi altrettanto stupidi modi che ci sono per festeggiarlo! Viva la libertà. Muoia il consumismo sfrenato.