Burus…

burus

Scatola chiusa, buio, claustrofobia… dentro di me. Picchi innevati, laghi ghiacciati, vulcani, meteore… tutto dentro di me. Una bestia che scalpita sempre più forte. Vuole uscire, dominare, ma è in gabbia. Un serpente, lascivo, viscido, mi si attorciglia attorno al collo. Mi rende inerme. La sua coda si insinua dentro la mia gola, in una scena a forte impatto sessuale. Non riesco a parlare, a mangiare, a dormire. Non riesco a ridere. Non sono più io. Sono un clone di ciò che ero tre anni fa. Sono un uomo pieno di maschere. Ricoperto dalla testa ai piedi. Illusione. Mangio manciate di polvere, sniffo piste di assurdo… sogno. Sogno la notte che, timbrando il suo cartellino, sostituisce il giorno. La notte che fa gli straordinari nella stagione invernale e si riposa meritatamente in quella estiva. E’ la notte il mio posto. E iI buio è la mia luce.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...