Aggiornamento a Ubuntu 8.04!

Questa settimana ho installato Ubuntu 8.04 Hardy Heron sul mio portatile Asus A6Va… Si, proprio quello con il quale ho avuto una marea di problemi in “questo post”. Innanzitutto è stato bello vedere che, non appena parte il cd, c’è la possibilità di scegliere che il sistema parta in modalità “live” oppure direttamente in modalità “installazione”. Quest’ultima feature è molto importante per coloro i quali hanno già esperienza nell’installazione del “pinguino africano” e vogliono direttamente andare al sodo, senza passare dalla modalità live…

Ho reinstallato nuovamente Ubuntu, dopo aver formattato, dal cd. Perché? Semplicemente perché ho fatto l’aggiornamento online, ma mi ha dato molti problemi di stabilità. Non avevo capito da cosa dipendesse. E’ un problema che si riscontrerebbe anche riformattando tutto da capo? Questa è la domanda che mi sono fatto, e mentre finivo di intonarla, ecco che già avevo inserito il CD Originale del Sistema Operativo nel drive CD-Rom del mio Notebook e avevo selezionato “Install Ubuntu” dal menù.

Dei problemi che avevo riscontrato precedentemente, con la nuova release è rimasto solo quello relativo alle cuffie/casse, risolvibile editando il file “/etc/modprobe.d/alsa-base” e aggiungendo alla fine la stringa “options snd-hda-intel model=auto”. Inoltre con la 7.10, quando inserivo il jack delle cuffie o delle casse, dovevo controllare il volume dal mixer, perché il tasto apposito del mio notebook che si occupa di alzare/abbassare il volume era impostato sul canale delle casse del pc. Adesso, aggiunta l’opzione di cui sopra al file alsa-base, quando inserisco le casse e provo ad abbassare il volume con la combinazione di “Fn + F11” (dove c’è l’apposito segno per intenderci), come per magia il volume del canale delle cuffie/casse si abbassa, rendendo più immediata l’operazione… Un punto a favore della nuova release… E’ scomparso pure il fastidioso problema di avvio. Evidentemente la risoluzione predefinita dello splash screen è stata impostata più bassa, per permettere a tutti i monitor di visualizzarlo correttamente.

Ho però trovato un neo che per alcuni potrebbe essere fastidioso: la gestione delle partizioni interne in NTFS. Quando si cerca di accedervi, i device appaiono smontati e bisogna montarli con l’inserimento obbligatorio della password. Questo potrebbe essere molto fastidioso per coloro che usano una partizione dati a parte, magari per i download di emule. Infatti, ogni volta che si riavvia il sistema, si deve sempre e comunque sbloccare il montaggio con l’inserimento della password. Per correggere questo problema, però, ho trovato una utility molto importante, semplice ed efficace: “Tool di configurazione NTFS”.

Per installarla basta digitare sul Terminale: sudo apt-get install ntfs-config. Il programma verrà automaticamente messo in Applicazioni → Strumenti di sistema. Una volta cliccato sopra “Tool di configurazione NTFS”, ci apparirà una finestra come questa:

come potete vedere selezionando “Attiva il supporto in scrittura per dispositivi interni”, il file scriverà la stringa relativa al device su /etc/fstab e renderà la partizione in questione un disco permanente che si monterà in automatico all’avvio del sistema. Se poi avete anche Hard Disk esterni in NTFS, e volete renderli pure permanenti, selezionate la seconda riga “Attiva il supporto in scrittura per dispositivi esterni”. Logicamente, quando sceglierete sia la prima che la seconda opzione, vi apparirà una finestra con l’elenco delle partizioni disponibili sul sistema. Selezionale quelle che vi interessano ed il gioco è fatto!

Un’altra cosa bella che ho notato, è che installando automaticamente i driver grafici con EnvyNG (per installarlo “sudo apt-get install envyng-gtk”), e attivando gli effetti grafici, non ti si para davanti nessun problema! Questa è veramente una corsa verso la facilità di utilizzo più estrema…

Gli effetti grafici sono stati migliorati… Adesso si possono attivare molte più “spettacolarità” e la stabilità del sistema non ne risente affatto.

Insomma, Ubuntu 8.04 si dimostra ancora più efficace e stabile. Merita veramente il posto in cui si trova nella classifica di www.distrowatch.com!

P.S. Avevo dimenticato di aggiungere che la webcam è stata riconosciuta automaticamente!!!!!!!!! Installate Camorama e vedrete!